Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

200 posti letto in più per accogliere i profughi

La mappa dell'accoglienza bresciana è stata pubblicata ieri sul sito della Prefettura di Brescia. Rispetto al quanto previsto dal bando di palazzo Broletto ci sono 200 posti in più.

Erano 650 i posti previsti dal bando emanato a fine aprile dalla Prefettura, per un totale di 4 milioni e 868 mila, ma il bresciano ha risposto con 853 disponibilità, oltre 200 in più rispetto a quanto richiesto. Un'eccedenza che non andrà sprecata. Le presenze continuano, infatti, ad aumentare.  Dopo i 30 arrivi di venerdì, il  Pampurri, struttura che si occupa della prima ospitalità, è già oltre il limite di capienza, dando “asilo” a 676 rifugiati.

Nella mappa dell'accoglienza bresciana figurano cascine, appartamenti, comunità e alberghi. Sono proprio questi ultimi ad offrire il maggior numero di posti.  La fotografia delle strutture che accoglieranno i profughi non è molto dissimile a quella esistente. Si registrano due nuove sigle del terzo settore: Tempo Libero cooperativa sociale onlus, con otto posti, e la Fondazione padre Marcolini, con venti posti.  Da segnalare anche l'Immobiliare sociale bresciana che  ha messo a disposizione 5 appartamenti tra Brescia, Cazzago e Nave (37 posti). A Brescia il tetto è di 300 posti, divisi tra il  Pampuri e gli alberghi Milano, Solferino, Mille Miglia, Astron.

I sindaci dei comuni scelti per l'accoglienza,  che scnedono da 54 a 48, sono stati tutti avvisati dalla prefettura, assicurano da palazzo Broletto. Al primo posto della graduatoria  c'è la Adl Zavidovici onlus, che alle spalle ha l´esperienza decennale dello Sprar, altro progetto statale per i migranti. Adl, oltre all'ospitalità, propone corsi di alfabetizzazione, sostegno psicologico, tirocini formativi e borse lavoro, e si è impegnata ad andare a prendere gli assistiti con i propri mezzi.  Anche agli alberghi è stato chiesto di stipulare convenzioni con associazioni  del terzo settore per favorire l'inserimento dei profyghi.

La nuova graduatoria resterà provvisoria per dieci giorni, poi dal primo di luglio sarà operativa e le assegnazioni verranno effettuate a scorrimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

200 posti letto in più per accogliere i profughi

BresciaToday è in caricamento