Brescia, Via De Vitalis: 30enne aggredisce moglie e poliziotti

In Via De Vitalis un acceso diverbio tra marito e moglie convince la donna a chiamare il 113: sul posto arrivano due agenti che vengono aggrediti e colpiti. Il giovane è stato poi bloccato e condotto in Questura

L'ingresso di Via De Vitalis

Nella lunga via bresciana già nota per le battaglie contro gli sfratti una nota dolente di cronaca se non nera, almeno grigia. Un acceso diverbio in famiglia, in Via Privata De Vitalis, che coinvolge una giovane coppia di immigrati dall’Est Europa (probabilmente russi): lui, il marito, ubriaco e molesto; lei, la moglie, spaventata e preoccupata.

Proprio la donna decide di chiedere aiuto e di telefonare al 113. In pochi minuti sul posto arriva la volante di turno, che immediatamente entrano in casa per cercare di ‘sedare’ l’accesa lite. Al momento le cose sembrano risolte, la moglie ‘nascosta’ in camera e l’uomo (di circa 30 anni) seduto sul divano, intento a sorseggiare l’ennesimo boccale di birra.

Alla vista degli agenti però il giovane si è subito alzato in piedi, sbraitando e inveendo contro le forze dell’ordine. Dalle minacce alle mani il passo purtroppo è breve, e in un attimo l’uomo si è scagliato contro i due in divisa, ha cercato di mandarli fuori di casa, li ha colpiti con calci e pugni.

La colluttazione dura ancora qualche minuto, l’uomo riesce ad essere immobilizzato e condotto in Questura, dove poi passerà la notte. Per gli agenti solo qualche leggera contusione: spetta ora alla giovane moglie decidere se sporgere denuncia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Ex birreria distrutta dalle fiamme: l'ipotesi di un incendio doloso

Torna su
BresciaToday è in caricamento