Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Centro / Piazzale Arnaldo

Rilancio centro storico, arriva il brand «Piazzale Arnaldo»

L'Università Cattolica e una nuova ricerca sulle potenzialità della movida di Piazzale Arnaldo: tra le ipotesi da valutare l'idea di un consorzio collettivo e di un vero e proprio 'marchio di fabbrica'

Viselli e il suo 'Champagnone': un cult della movida bresciana

Una ricerca a tutto tondo, che ha preso in esame i punti critici della movida bresciana, in una delle sue aree più significative. Tutto Piazzale Arnaldo prova a superare la fase di stallo conseguente alla crisi degli ultimi anni, e per farlo si affida ad un team di esperti di marketing, direttamente dall’Università Cattolica: anni di “alta frequentazione giovanile” non possono essere sprecati, l’occasione è unica e va sfruttata.

La zona, si legge appunto nella relazione LaRis (Laboratorio di Ricerca e Intervento Sociale), è sicuramente privilegiata, e può contare su cantali di attrazione e comunicazione che solitamente a Brescia vanno in conflitto.

L’esempio più indicativo è sicuramente il Carmine: grandi potenzialità e allo stesso tempo grandi contrasti, i residenti e gli ‘utenti’ spesso su due linee completamente diverse.

Da qui l’idea, ancora da discutere davanti ad un già ‘prenotato’ tavolo di confronto, di creare e costituire un vero e proprio brand, che possa caratterizzare l’area interessata, da Largo Torrelunga al vicolo che accompagna in Via Trieste.

Insomma un marchio, che valga come segno distintivo e perché no come “ancora consortile”, per evitare brutte esperienze come la chiusura dell’ex Granaio o di Spazio Arnaldo.

Dalla Cattolica intanto fanno sapere che l’indagine potrebbe proseguire in altri luoghi ‘cult’ della notte bresciana, come Carmine o Borgo Wuhrer. A differenza della storia però, la vita delle botteghe si lega spesso a singoli personaggi di rilievo, seppur sempre influenzati da condizioni oggettive, vedi la stagione o vedi la posizione.

Il miglior ‘condensato’ di condizioni oggettive e soggettive? Lo conosciamo tutti. Il buon Viselli, e il suo buonissimo Champagnone.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rilancio centro storico, arriva il brand «Piazzale Arnaldo»

BresciaToday è in caricamento