Cronaca Piazza Vittoria

E' morto Antonio: Piazza Vittoria piange la sua 'mascotte'

Si è spento al Civile di Brescia il 62enne Gian Antonio Lonati, senzatetto e piccola grande 'mascotte' di Piazza Vittoria, quasi adottato da residenti e commercianti

Il piccolo grande Antonio è morto in ospedale. Si chiamava Gian Antonio Lonati, aveva 62 anni. Era senza lavoro, si arrangiava come poteva: intorno a sé, racconta il Giornale di Brescia, si era creata una landa di solidarietà, era come fosse stato adottato dalla città, o meglio dalla piazza, Piazza Vittoria e i suoi commercianti, i passanti e i residenti.

Faceva e organizzava piccole commissioni, andava a pagare le bollette per chi non aveva tempo, portava fuori il cane, oppure piccole operazioni di economia domestica nei vari negozi, la pulizia dei vetri o del marciapiede, il pane o il giornale da comprare. In cambio qualche spicciolo, ma che a lui sembravano bastare sempre.

Poco meno di un mese fa una brutta caduta. Ricoverato in ospedale, al Civile, dove è rimasto fino a giovedì. Quando purtroppo dal reparto di Rianimazione hanno dato l'annuncio inatteso, Antonio non ce l'ha fatta.


Forse rimarrà un vuoto, quanto grande ancora non si sa. Pare che in tanti avessero chiesto di lui, gli stessi che speravano ce la potesse fare, ancora una volta. Si era già rialzato, nella vita. Questa volta no, e la piazza lo ricorda, anche su Facebook: “Oggi in piazza c'è il sole, ma è come se piovesse”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morto Antonio: Piazza Vittoria piange la sua 'mascotte'

BresciaToday è in caricamento