Piancamuno: minacciata con una pistola, stuprata e derubata

La vittima è un prostituta di nazionalità nigeriana. L'aggressore è stato arrestato a seguito delle indagini dei Cc di Artogne, durate circa un mese

Violentata e derubata, con la promessa di un colpo pistola in caso non avesse ubbidito. Terrificante esperienza lo scorso 9 maggio, a Piancamuno, per una prostituta nigeriana di 37 anni. Minacciata di morte e stuprata, poi il furto della borsetta contenente cento euro e due telefoni cellulari.

L'aggressore è stato fermato nel primo pomeriggio di martedì 17 giugno a Capo di Ponte. Si tratta di F.F., un pregiudicato di 50 anni, nullafacente e senza residenza anagrafica. Ad assicurarlo alla giustizia sono stati i carabinieri di Artogne, supportati dai colleghi della stazione locale e dal Radiomobile di Breno. Giovedì il gip ha confermato la custodia in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento