Cronaca

Fa la bella vita, ma risulta un poveraccio: ha evaso 5,3 milioni di euro

Al termine di una complessa attività investigativa, gli uomini della Guardia di Finanza di Pisogne hanno scoperto un maxi evasore fiscale (un antiquario camuno), che nel solo 2010 ha omesso di dichiarare tutti i ricavi conseguiti dalla propria attività d’impresa.

Ad insospettire le fiamme gialle, durante le preliminari fasi dell'operazione, sono state le ampie capacità economiche che caratterizzavano il tenore di vita dell’uomo, in manifesta sproporzionate rispetto agli irrisori redditi dichiarati.

Attraverso accertamenti bancari e postali, i finanzieri hanno così ricostruito l’ammontare dei ricavi evasi, scoprendo che il danno alle casse dell’Erario ammontava a un imponibile non dichiarato pari a 5,3 milioni di euro. A tale valore è correlata, conseguentemente, un’IVA non versata di circa 1 milione di euro.

Il titolare del negozio (N.G., 37enne originario di Pian Camuno) è stato deferito alla Procura della Repubblica di Brescia per il reato di omessa dichiarazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fa la bella vita, ma risulta un poveraccio: ha evaso 5,3 milioni di euro

BresciaToday è in caricamento