menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Va in Questura per chiedere il permesso di soggiorno, ma scattano le manette: era ricercato per droga

La vicenda nei giorni scorsi, protagonista un 34enne marocchino: è stato arrestato mentre chiedeva il permesso di soggiorno

Pensava di averla fatta franca e che la giustizia italiana si fosse completamente dimenticata di lui. Tornato in Marocco nel 2009, è rientrato a Brescia 20 giorni fa - grazie al matrimonio contratto con una connazionale che ha la cittadinanza italiana- e si è presentato in Questura. Peccato che nel frattempo fosse stato condannato a 6 anni e 8 mesi di reclusione per droga.

Si è recato negli uffici di via Botticelli non certo per consegnarsi, ma solo per regolarizzare la sua posizione (è entrato nel nostro paese con un visto) e chiedere un permesso di soggiorno come famigliare di cittadino italiano. Protagonista della vicenda un 34enne marocchino.

Non gli è andata affatto bene: i rigorosi controlli effettuati dagli agenti dell'ufficio immigrazione hanno infatti portato alla luce i suoi precedenti e, soprattutto, l'ordine di cattura a suo carico, emesso nel 2013: era infatti stato condannato a una pena di 6 anni e 8 mesi di reclusione per reati legati allo spaccio droga, che avrebbe commesso dal 2006 al 2009.

Per lui non è finita affatto bene: durante il fotosegnalamento sono intervenuti gli agenti della squadra mobile che hanno fatto scattare le manette.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento