menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La tragedia di ‘Rino’, trovato morto assieme al suo cagnolino

La tragedia silenziosa di Caterino, trovato morto in Via San Faustino insieme al suo cane, forse l'ultimo amico che gli era rimasto. Lo hanno trovato senza vita gli agenti del Commissariato nel notificargli lo sfratto

La strana storia di quel signor nessuno, di cui tanti non si sono accorti finché non lo hanno letto sul giornale. Trovato morto nel suo appartamento, chissà da quanti giorni. Trovato senza vita sul letto di camera sua dagli agenti di Polizia e dall’ufficiale giudiziario, che volevano notificargli lo sfratto.

In Via San Faustino, al civico numero 7: dove abitava Caterino, per chi lo conosceva anche semplicemente Rino. Aveva 71 anni, pensionato: arrancava come poteva, con quella ‘magra’ pensione. Faceva fatica a pagare l’affitto, l’ingiunzione di sfratto ne sarebbe stata ennesima conferma.

L’unica compagnia, il suo piccolo cagnolino. Lo portava sempre con sé, a spasso per le vie del centro. Lo portava anche al bar, magari per bere un pirlo, l’unico ‘vizio’ che ancora ogni tanto si concedeva. Poi, tanta fatica. La fatica di non riuscire a pagare le bollette della luce o del gas, per cui aveva chiesto aiuto anche alla Caritas.

E invece l’affitto, di cui non aveva raccontato a nessuno. C’era un tempo in cui riusciva ad arrotondare, qualche anno fa. Anche se già in pensione magari qualche lavoretto, come muratore, come manovale. Negli ultimi tempi invece nemmeno quelli c’erano più.

Mese dopo mese, nel suo silenzio. Forse un po’ di amarezza, di certo tanta vergogna. Non riuscire a pagare l’affitto per lui è stata come la sua ultima sconfitta. Prima di lasciarsi andare, insieme all’ultimo amico vero che gli era rimasto, il suo cane. Sono morti insieme, nel silenzio di una città sempre troppo rumorosa, ma che della tragedia di ‘Rino’ proprio non si era accorta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia è zona arancione: tutte le regole in vigore da domani

Coronavirus

Dati sbagliati dalla metà di ottobre: così la Lombardia ha "sballato" i conti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento