menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coccaglio (Brescia), assessore insulta Kyenge. PD: "Dimissioni"

Non si placano le polemiche per l'enessimo insulto leghista al ministro Kyenge

"Il sindaco di Coccaglio tolga immediatamente le deleghe all'assessore Agostino Pedrali, chi ostenta idee razziste non può rappresentare le istituzioni": lo chiede in una nota il consigliere regionale lombardo del Pd, Gian Antonio Girelli, segnalando di aver visto la notizia di frasi e immagini che l'assessore comunale leghista di Coccaglio (Brescia) ha pubblicato su Facebook a proposito del ministro dell'Integrazione, Cecile Kyenge.

Si tratta di un collage fotografico, viene sottolineato, in cui si accosta un primo piano del viso del ministro Kyenge a quello di un piccolo di scimmia con il commento "dite quello che volete ma non assomiglia ad un orango, dai guardate bene".

"Maroni - sostiene Girelli riferendosi al presidente della Regione Lombardia e segretario federale della Lega Nord - ha le sue responsabilità per queste sparate, perchè non ha obbligato Calderoli alle dimissioni e ha implicitamente derubricato le frasi razziste a semplice marachella. Con la sua indulgenza su Calderoli, Maroni ha di fatto dato la stura alle posizioni più becere. Con il razzismo non si scherza, occorrono provvedimenti esemplari, non finte retromarce".

orango-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento