Cronaca Via Generale Revèrberi

Tragedia in azienda: imprenditore bresciano si impicca al muletto

L'uomo, di 42 anni, si è impiccato alle forche di un muletto nella sua azienda a Passirano. Il su corpo senza vita è stato trovato da alcuni famigliari

Un imprenditore di 42 anni, residente in città Brescia, si è tolto la vita impiccandosi alla forca di un muletto, all’interno della sua azienda di via Reverberi a Passirano.

La tragedia risale alla tarda serata di ieri, mercoledì 6 gennaio: l’uomo si sarebbe recato nell'azienda poco distante dall'autostrada A4 nel primo pomeriggio ed avrebbe compiuto il drammatico gesto intorno alle 21. Il suo corpo è stato rinvenuto da alcuni familiari, che non riuscendo a mettersi in contatto con lui telefonicamente sono corsi  in via Reverberi. Allertati i soccorsi, sul posto si sono precipitate un'ambulanza e un'automedica, ma per il 42enne non c'è stato nulla da fare.

Sulla vicenda indagano i carabinieri della locale stazione e della compagnia di Gardone Val Trompia, che mantengono il più stretto riserbo. I motivi del tragico gesto non sarebbero legati all’azienda, specializzata nella produzione di lampade solari, che non è in difficoltà economiche. Pare che l’imprenditore, che era molto conosciuto sia nel Bresciano che nel Milanese, soffrisse da tempo di depressione. Avrebbe lasciato una lettera chiedendo scusa alla compagna e ai due figli piccoli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia in azienda: imprenditore bresciano si impicca al muletto

BresciaToday è in caricamento