rotate-mobile
Cronaca San Rocchino / Piazzale Spedali Civili

Il piccolo ha fretta di nascere: giovane mamma partorisce in ambulanza

Una bella storia a lieto fine: una donna ha dato alla luce il suo secondogenito nel parcheggio del Civile

I dolori all’addome, la richiesta d’aiuto alla centrale unica per le emergenze poi la corsa in ospedale, al Civile. Ma la giovane mamma in sala parto non è mai arrivata: il suo secondogenito aveva così tanta voglia di venire al mondo che i volontari di Bresciasoccorso hanno dovuto farlo nascere sulla barella dell’autolettiga parcheggiata davanti alla Scala Uno del nosocomio cittadino. Un parto di emergenza, ma è andato tutto bene, per fortuna: il piccolo è venuto alla luce in pochi istanti, senza complicazioni. Un’immensa gioia per i volontari che hanno assistito al miracolo della vita.

Tutto è accaduto poco prima delle 9 di ieri, sabato 20 maggio. I volontari sono intervenuti in un’abitazione di via Lamarmora in città, per prestare soccorso a una donna, poco più che ventenne, alla 35esima settimana di gravidanza che lamentava dolori all’addome. Mai avrebbero immaginato che la giovane mamma fosse già in travaglio e di dovere gestire un parto. È scattata la corsa a sirene spiegate verso il Civile di Brescia, raggiunto in una decina di minuti.

Non c’era più  tempo però per raggiungere il reparto di ostetricia e la sala parto: guidati dagli operatori del centralino del numero unico per le emergenze, i volontari hanno fatto nascere il piccolo. Tutto è bene quel che finisce bene: il neonato è forte e sano, e la mamma anche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il piccolo ha fretta di nascere: giovane mamma partorisce in ambulanza

BresciaToday è in caricamento