Cronaca

Adriano Paroli costretto a lasciare la carica di parlamentare

La scelta di Paroli arriva dopo che la Corte Costituzionale, decidendo sul caso Stancanelli, senatore del Pdl e sindaco di Catania, ha giudicato incompatibile la carica di parlamentare e sindaco

Adriano Paroli rinuncia alla carica di parlamentare e rimarrà solamente sindaco di Brescia. La decisione era di per sé obbligata, dopo che la Corte Costituzionale, decidendo sul caso del senatore Pdl Stancanelli, sindaco di Catania, ha giudicato incompatibile il doppio incarico di sindaco e parlamentare.

Paroli ha voluto precisare che il doppio incarico tenuto fino a ora non ha fatto altro che giovare alla città, ma ora è ben contento di poter dedicarsi interamente all’amministrazione comunale. Certo, c’è voluta la consulta, verrebbe da commentare.
Dall’altra parte, il Pd non fa sconti, facendo notare che ci è voluta un tribunale per fargli smettere di essere un sindaco a metà.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adriano Paroli costretto a lasciare la carica di parlamentare

BresciaToday è in caricamento