menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Adriano Paroli costretto a lasciare la carica di parlamentare

La scelta di Paroli arriva dopo che la Corte Costituzionale, decidendo sul caso Stancanelli, senatore del Pdl e sindaco di Catania, ha giudicato incompatibile la carica di parlamentare e sindaco

Adriano Paroli rinuncia alla carica di parlamentare e rimarrà solamente sindaco di Brescia. La decisione era di per sé obbligata, dopo che la Corte Costituzionale, decidendo sul caso del senatore Pdl Stancanelli, sindaco di Catania, ha giudicato incompatibile il doppio incarico di sindaco e parlamentare.

Paroli ha voluto precisare che il doppio incarico tenuto fino a ora non ha fatto altro che giovare alla città, ma ora è ben contento di poter dedicarsi interamente all’amministrazione comunale. Certo, c’è voluta la consulta, verrebbe da commentare.
Dall’altra parte, il Pd non fa sconti, facendo notare che ci è voluta un tribunale per fargli smettere di essere un sindaco a metà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia è zona arancione: tutte le regole in vigore da domani

Coronavirus

Dati sbagliati dalla metà di ottobre: così la Lombardia ha "sballato" i conti

Coronavirus

Covid: 43 casi in una settimana, in paese è allerta massima

Coronavirus

Focolaio Covid in paese: il sindaco chiude tutte le scuole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento