Terremoto: nuova scossa nel parmense, continuano le verifiche

Continua senza sosta in provincia di Parma l'attività di verifica di edifici e strutture da parte dei Vigili del Fuoco dopo il terremoto che ha colpito ieri mattina la Bassa reggiana.

Istituto Nazionale di Geofisica: "Tanti sismi anche in passato, zona a bassa pericolosità"

Anche questa mattina, alle 10.57, la terra è tornata a tremare con magnitudo 2.9, epicentro la periferia nord di Parma; scossa molto leggera ma sentita da parte della popolazione, che è tornata a telefonare ai centralini di emergenza. In supporto agli uomini del 115 di Parma sono giunte squadre dei Vigili del Fuoco da altre province, anche romagnole, per supportare i tecnici nell'attività di controllo.

Per ora non si segnalano gravi criticità, anche se si segue con attenzione la situazione della Reggia di Colorno e della vicina chiesa di San Liborio come la chiesa di Casale di Mezzani, comune limitrofo al territorio reggiano. A Parma questa mattina nuove indagini nel distaccamento Brocca del liceo scientifico Marconi e al convitto Maria Luigia, ma anche in questo caso nessuna criticità.

Parmense: danni alla Reggia e alla Chiesa di San Liborio a Colorno

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Ragazzino in ospedale col femore rotto: «È stato il padre di un mio coetaneo»

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Una tragedia immensa: il piccolo Alberto ucciso da un tumore a soli 5 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento