Camionista nasconde cocaina per 10 milioni di euro: "La droga? Non se so nulla"

Il blitz della Guardia di Finanza la sera dell'Immacolata: sequestrati circa 40 chilogrammi di cocaina, in arrivo da Spagna e Sudamerica. Arrestato l'autista

Foto d'archivio

Un carico di cocaina da quasi 10 milioni di euro intercettato alle porte di Brescia: il blitz lo scorso 8 dicembre da parte degli uomini della Guardia di Finanza. La “bianca” era nascosta nel cassone di un camion: in tutto ne sono stati sequestrati circa 40 chilogrammi. Era destinata al mercato lombardo, quello bresciano in particolare, ma anche Mantova e Cremona.

Lo scrive il Giornale di Brescia: il maxi-sequestro fa parte di un'indagine più complessa coordinata dalla Procura di Brescia. Al vaglio degli inquirenti ci sono i movimenti assai consistenti di una banda di italo-stranieri, che si occupa di comprare, tagliare e smerciare in tutto il Nord Italia ingenti quantitativi di droga. Soprattutto cocaina.

Non si sa di più, al momento: se non che l'autista del carico illecito è stato fermato nei pressi del casello autostradale di Brescia Ovest, apparentemente per un normale controllo merci quando invece pare fosse seguito da parecchi chilometri.

Un rimorchio pieno di droga

Alla vista delle Fiamme Gialle, e soprattutto del carico di cocaina nascosto nel rimorchio, il camionista (di nazionalità slovena) ha fatto finta di niente, ha detto di non sapere nulla di quello che stesse trasportando. Una circostanza che ovviamente non ha convinto i finanzieri: l'uomo è stato arrestato e subito trasferito in carcere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In questi giorni sono attesi gli interrogatori per saperne qualcosa di più. Sembra comunque che il carico di droga sia partito dalla Spagna, e che a sua volta fosse arrivato in nave dal Sudamerica. Sono queste le tratte più diffuse per i trasferimenti di cocaina, droga micidiale (e pericolosa) che venduta al dettaglio può fruttare anche più di un centinaio di euro al grammo. A Brescia ne stavano arrivano almeno 40 chili: fate un po' voi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 1 aprile 2020

  • Arresto cardiaco, muore nella sua auto: era in malattia e aveva la febbre

  • Ingerisce una batteria e rimane soffocata: morta bimba di tre anni

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 2 aprile 2020

  • Coronavirus: morto cassiere di 57 anni, supermercato chiuso per lutto

  • "Nella mia Brescia tragedia di proporzioni devastanti: i nonni non ci sono più"

Torna su
BresciaToday è in caricamento