menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Staminali, il direttore del Civile: «Bloccata la terapia, non il laboratorio»

Cornelio Coppini, direttore generale degli Spedali Civili di Brescia, dopo l'ordinanza del Tar di Brescia precisa che non è stato fermato il laboratorio , ma le sperimetazione cliniche di terapie con cellule mesenchimali staminali

Non si pronuncia sull'ordinanza della sezione di Brescia del Tar della Lombardia, Cornelio Coppini, direttore generale degli Spedali Civili di Brescia, ma tiene a fare una precisazione: "Non è stato bloccato il laboratorio, bensì è stata fermata la terapia cellulare con cellule mesenchimali".

"L'Aifa - ha proseguito Coppini - ha detto che non siamo autorizzati a fare sperimentazioni cliniche di terapie cellulari con cellule mesenchimali staminali. Ma noi abbiamo dato corso a questa attività perché consideriamo la terapia cellulare con cellule staminali non una sperimentazione clinica, bensì una terapia compassionevole normata dalla legge Turco-Fazio".

"Una sperimentazione clinica richiede un laboratorio Gmp classe A - ha detto il direttore generale dell'ospedale bresciano - il nostro è Gmp classe D, autorizzato a fare trapianti con cellule midollari per le leucemie".

"I trapianti di midollo nei bambini malati di leucemia stanno proseguendo come da venti anni a questa parte - ha concluso Coppini -. Non c'é nessuna ordinanza che ha chiuso il laboratorio, perché è a norma di legge".


(fonte: Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento