Nell’orto comunale si coltivano elettrodomestici e sporcizia

Succede a Sanpolino. Un pezzo di terreno affidato dal comune a dei cittadini d'origine cinese si è ormai trasformato in una discarica a cielo aperto: cavoli marci, cumuli di cassette, elettrodomestici abbandonati e decine di sacchetti dell'immondizia giacciono accanto agli appezzamenti coltivati

BRESCIA. La segnalazione arriva da un residente, evidentemente stanco di vedere cumuli di rifiuti depositati in quello che dovrebbe essere un orto comunale, affidato alla cittadinanza, in comodato d’uso gratuito, dall’amministrazione.

Succede a Sanpolino dove una cospicua fetta di terreno, gestita da alcuni cittadini cinesi, è ormai una discarica, più che un campo coltivato. Sporcizia e rifiuti potenzialmente dannosi per l’ambiente giacciono abbandonati sotto gli occhi di tutti, soprattutto degli abitanti delle palazzine che si affacciano sul terreno.

Ad accogliere i visitatori ci sono  ammassi di cassette e sacchi neri, reti metalliche, ma anche scarpe rotte, ventilatori e addirittura un dispenser d’acqua di quelli che, normalmente, si trovano negli uffici. Poi ci sono centinano di ortaggi marciti e ormai praticamente decomposti, che attirano topi e altri animali portatori di malattie. 

Insomma, lo stato di degrado è evidente. Nei giorni scorsi, la Loggia si sarebbe mossa per avvisare il proprietario, intimandolo di ripulire la zona prima di incorrere in pesanti sanzioni. 

Un avvertimento che pare non aver dato finora alcun frutto: nel piccolo spazio coltivato all’interno della serra, un anziano raccoglie l’insalatina appena spuntata, ma non si prodiga di certo per ripulire. Poco più in là, una donna straniera rovista tra la sporcizia, ma appena ci vede sale sulla sua bicicletta e scatta a gran velocità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

Torna su
BresciaToday è in caricamento