Cronaca

S'innamora dell'uomo 'sbagliato', viene sgozzata dal padre e dal fratello

Sana Cheema è morta a soli 25 anni, perché voleva sposarsi con un uomo italiano. L'efferato delitto si è consumato in Pakistan, dove la giovane donna, di casa a Brescia, si era recata per far visita ai famigliari

Si è ribellata alle tradizioni del suo paese d'origine, il Pakistan, a un destino scritto da altri ed è stata barbaramente uccisa. Sana Cheema, 25enne di casa a Brescia, è stata sgozzata dal padre e dal fratello perchè si era innamorata di un ragazzo italiano che avrebbe anche voluto sposare. 

L'atroce delitto si è consumato nella sua terra d'origine, dove la giovane si era recata due mesi fa, proprio per far riabbracciare i suoi famigliari: mai avrebbe immaginato di trovare la morte. È stato un viaggio di sola andata quello per il distretto di Gujrat: la giovane si sarebbe ribellata alle decisioni degli uomini della sua famiglia, a un matrimonio combinato da anni, confidando i suoi sentimenti per un ragazzo italiano e per questo sarebbe stata ammazzata. 

Il padre e il fratello della 25enne, che aveva frequentato le scuole della nostra città e lavorava per un'autoscuola di via Milano, sono stati arrestati dalla polizia pakistana. Stando a quanto riportato dal Giornale di Brescia, si tratterebbe di un 'delitto d'onore': uccisa perchè aveva macchiato l'onore della sua famiglia.

La drammatica vicenda è tristemente simile a quella di Hina Saleem, la 19enne uccisa nell'agosto del 2006 dal padre e dai cognati e poi sepolta nel giardino di casa, a Ponte Zanano. Anche Sana come Hina è morta perchè aveva deciso di vivere all'occidentale e si era innamorata di un ragazzo italiano.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

S'innamora dell'uomo 'sbagliato', viene sgozzata dal padre e dal fratello

BresciaToday è in caricamento