Cronaca Centro / Via Elia Capriolo

Hotel Sirio: dalla lotta contro gli sfratti alla ristrutturazione

Iniziati i lavori di restauro nello stabile occupato (poi sgomberato) da Comitato provinciale contro gli sfratti, Magazzino 47 e Associazione Diritti per Tutti

L'Hotel Sirio, simbolo della protesta contro l'emergenza sfratti, si rifà il look. Nell stabile all'angolo di via Capriolo e Via Battaglie (zona Carmine) sono iniziati i lavori di ristrutturazione che, al momento, sembra riguarderanno solo l'intonaco esterno.

L'hotel, la cui attività è cessata da oltre otto anni, lo scorso 14 novembre era stato occupato da Comitato provinciale contro gli sfratti, Magazzino 47, Associazione Diritti per tutti, Kollettivo Studenti in Lotta e Collettivo universitario autonomo: lo scopo era quello di dare un tetto a chi non ce l'aveva. Poi - dopo circa due mesi di attività - era stato sgomberato dal personale della Questura.

Hotel Sirio:
«Un tetto per chi non ce l’aveva»

Da pochi giorni, le impalcature sono comparse lungo le due facciate che si affacciano sulla strada. Nuova vita, però, anche per gli attivisti sfrattati, che dal 4 febbraio stanno occupando uno stabile confiscato alla mafia in via Corsica. Dopo tanto lavoro e passione, è stato rimesso a nuovo (pitturato, tolta la moquette marcita…): ora ospita diverse persone che, di fronte alla violenza della crisi, hanno perso anche il letto su cui dormire la notte.


Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hotel Sirio: dalla lotta contro gli sfratti alla ristrutturazione

BresciaToday è in caricamento