rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca Via Alessandro Lamarmora

Corrente staccata nell’ex villetta dei Donegani, gli attivisti occupano A2A

Venerdì lunga protesta degli attivisti del movimento per la casa, all'interno della sede della multiutility. L'azione per chiedere la riattivazione della corrente nella villetta di via Ugolini, occupata un mese fa da una famiglia con tre bambini

BRESCIA. Al grido di “Acqua, Gas e luce per tutti” alcuni attivisti del movimento per la casa hanno occupato per alcune ore gli uffici di A2A in Via Lamarmora. L’occupazione ha fatto seguito al distacco della corrente nella villetta appartenuta ai coniugi Donegani, disabitata da ormai undici anni ed occupata un mese fa da una famiglia senegalese.

Qui il video della protesta

I vertici di A2A hanno fatto sapere ai manifestanti che il distacco delle corrente è dovuto alla richiesta dei parenti di Luisa De Leo, la moglie di Aldo Donegani, di chiudere il contratto e che non era per loro possibile procedere all’attivazione di uno nuovo contratto - che la famiglia senegalese sarebbe disponibile ad avviare -  perché la casa risulta formalmente abbandonata.

A complicare la situazione è infatti la poca chiarezza sulla proprietà dell’immobile. La ‘palla’ è quindi passata ai servizi sociali del Comune di Brescia. L’occupazione si è conclusa attorno alle 16 di venerdì pomeriggio con un accordo: lunedì i vertici di A2A e l’assessore Fenaroli incontreranno gli attivisti per provare a risolvere la questione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corrente staccata nell’ex villetta dei Donegani, gli attivisti occupano A2A

BresciaToday è in caricamento