Brescia: profughi del Nord Africa occupano una casa in via Marsala

A seguito del corteo organizzato per lo sciopero generale, i gruppi antagonisti della sinistra bresciana hanno occupato uno stabile a due passi dal Carmine: "E' per i profughi scappati dalla guerra"

Brescia, casa occupata in via Marsala

Al grido di “la casa è un diritto per tutti” una cinquantina di attivisti riconducibili alle associazioni Diritti per Tutti, Magazzino 47, Kollettivo Studenti in Lotta e Universitari Autonomi hanno occupato uno stabile in Via Marsala, a due passi dal Carmine, in chiusura del corteo che si era precedentemente ‘allacciato’ alla manifestazione unitaria organizzata dai sindacati CGIL, CISL e UIL.

Poco meno di un’ora fa l’occupazione abitativa è stata ufficializzata con una conferenza stampa: “Tale occupazione – spiegano gli attivisti antagonisti – permetterà di dare alloggio principalmente a rifugiati e profughi, proveniente dalla cosiddetta emergenza Nord Africa”.

Persone che, spiegano ancora gli 'autonomi', sono state “letteralmente abbandonate a sé stesse” e che da mesi dormivano in edifici fatiscenti o, peggio ancora, sui treni fermi in stazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Ragazzino in ospedale col femore rotto: «È stato il padre di un mio coetaneo»

  • Svolta per entrare in azienda e viene centrato da un'auto: addio a camionista 48enne

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Focolaio colpisce alcune famiglie in paese: decine di contagi

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento