Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Via Maddalena

La “pazza” camminata in Maddalena: tutti nudi, solo zaino e scarponi

Emanuele Cinelli, esperto alpinista ed escursionista bresciano, da ormai una decina d'anni ha abbracciato la filosofia del nudismo traghettandola dalle spiagge alle montagne bresciane e lombarde.

"Per 40 anni ho frequentato la montagna come tutti, ma solo quando mi sono levato i vestiti ho apprezzato a pieno la ricchezza della natura e non tornei più indietro - racconta Cinelli -. È difficile spiegare cosa si senta, per capirlo bisogna provarlo sulla propria pelle. La maggior parte di chi ha cominciato a camminare nudo non ha più smesso di farlo, anche perché comporta diversi vantaggi: si suda poco e quindi si sente molto meno la fatica".

L'entusiasmo e i racconti di Cinelli, titolare del blog Mondo Nudo, hanno contagiato parecchie persone: le escursioni da lui organizzate sono rivolte a tutti, anche a chi non se la sente di mettersi a nudo, e coinvolgono un numero sempre crescente di appasionati, alcune dei quali conosciuti proprio sui sentieri in montagna:

"Quando mi è capitato di incontrare trekker vestiti, la reazione non è sempre stata di indifferenza o di stupore: c'è chi ha protestato, ma è capitato spesso  che qualcuno si sia incuriosito e sia fermato a parlare con me per capire perchè lo facciamo. La risposta è sempre la stessa: le ragioni sono molte, ma si possono comprendere solo vivendo questa esperienza". 

Il primo appuntamento dell’anno è previsto il 22 gennaio sul cittadino monte Maddalena. Ventidue chilometri di strade e mulattiere con qualche tratto su sentiero. Ritrovo alle 8.20 in via Pier Fortunato Calvi, davanti al distributore di benzina (info e iscrizioni).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La “pazza” camminata in Maddalena: tutti nudi, solo zaino e scarponi

BresciaToday è in caricamento