Cronaca Urago Mella / Via Collebeato

Parco delle Stagioni: addio ai barbecue, la posizione del Comune

Per la giunta Del Bono, si tratta esclusivamente di un problema di ordine pubblico: "Preoccupante farlo diventare un pretesto di odio razziale"

Parco delle Stagioni

Continua a tener banco a Brescia il caso dei barbecue tolti dal parco delle Stagioni di via Collebeato, a seguito di una petizione della Lega Nord - firmata da circa cento residenti - contro l'"invasione" dei nomadi nel fine settimana.

A tornare sull'argomento è la stessa giunta Del Bono, specificando che non si tratta di un problema "razziale" (e ci mancherebbe, ndr), ma semplicemente una questione di ordine pubblico. Il parco era ormai diventato 'base' abituale di un solo gruppo di persone, che tendeva a monopolizzare le griglie.

Domenica scorsa, poi, la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Alcuni cittadini arrivati sul posto per un picnic, infatti, hanno trovato dei fuochi allestiti "alla buona", con le griglie portate direttamente da casa. Quel giorno un moldavo ha ricevuto 100 euro di multa, scatenando l'ira dei suoi connazionali.

La giunta Del Bono continua dunque a sostenere la sua iniziativa, sebbene a rimetterci siano anche le famiglie presenti in zona. Lo scopo è quello di dare un messaggio forte riguardo l'utilizzo degli spazi pubblici, "che devono essere utilizzati in modo adeguato, affinché sia tutelata una felice convivenza", senza che nessuna "categoria" sociale prenda il sopravvento. "Una situazione comunque non preoccupante", commentano ancora dal Comune. Molto più preoccupante "far diventare una questione di maleducazione, un pretesto di odio razziale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco delle Stagioni: addio ai barbecue, la posizione del Comune

BresciaToday è in caricamento