Tenta il suicidio lanciandosi da un ponte: salvato dai passanti 

L'uomo è stato trasportato in eliambulanza al Civile di Brescia, ha riportato diverse fratture ma non è in pericolo di vita

Foto d'archivio

NIARDO. Ha cercato di farla finita buttandosi dal ponte di via Dadina. Si è seduto sul parapetto, poi, senza pensarci, si è lanciato nel vuoto: un tuffo di quasi 12 metri e la caduta nelle gelide acque del torrente Re. Il tutto sotto gli occhi di alcuni compaesani, che hanno immediatamente chiamato il 112. 

Ma non si sono limitati ad allertare i soccorsi: alcuni di loro non hanno esitato a buttarsi nel corso d’acqua nel tentativo di salvare la vita all'uomo, un anziano di 79 anni. Sul posto si sono poi precipitati i Carabinieri e i Vigili del Fuoco di Breno, che hanno portato il 79enne in salvo fuori dalle gelide acque del torrente.

L'anziano, che a quanto pare soffre da tempo di depressione, è stato trasportato all’ospedale Civile di Brescia in elisoccorso. Nonostante la caduta, non sarebbe in pericolo di vita. E' rimasto sempre vigile e cosciente, si è fratturato il femore sinistro e ha riportato diverse lesioni vertebrali. Traumi che i medici hanno giudicato guaribili in 60 giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento