Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

I 21.000 euro di multe all'auto blu di Paroli? Per adesso paga il Comune

Per evitare che il conto con Equitalia salga ancora, la Loggia salderà subito il contenzioso, in attesa che la Procura chiarisca i contorni della vicenda

Tra le mille ombre riguardanti il caso dei 21.000 euro di multe all'auto blu del sindaco Paroli, arriva oggi una prima certezza: per adesso paga il Comune (leggasi, i soldi dei bresciani).

Poi, una volta chiuso il contenzioso con il fisco, l'Amministrazione si rifarà - ma solo per quanto riguarda la multa iniziale - sugli autisti al volante dell'auto di rappresentanza, e sul sindaco Paroli in tutti i casi in cui c'era anche lui a bordo.

- Fenaroli: "Le multe? E' la distanza tra eletti e popolo"

Resta da capire chi pagherà il resto, ovvero la parte di sanzione lievitata negli anni (in alcuni casi anche quattro).

Il sindaco, per questa quota, non sembra intenzionato a farsene carico, dato che il tesoriere Alessandro Triboldi ha fatto sapere che il Comune - una volta pagata Equitalia - presenterà un esposto in Procura, alla quale spetterà poi di individuare il responsabile all'interno della macchina amministrativa che, a detta del primo cittadino, lo ha "sabotato" intenzionalmente. Sempre che la Procura ne riesca a trovare uno, e sempre che quell'uno esista veramente.


Intanto, intervistato dai microfoni di Radio24, Paroli ha rincarato la dose, sostenendo che "bisognerà capire se dietro c'è anche un movente politico".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 21.000 euro di multe all'auto blu di Paroli? Per adesso paga il Comune

BresciaToday è in caricamento