menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E' morto al Civile il notaio Giuseppe Camadini: aveva 81 anni

Giuseppe Camadini era figura di spicco da oltre sessant'anni del mondo imprenditoriale bresciano e nazionale

Giuseppe Camadini, presidente della Fondazione Tovini e dell’Istituto Paolo VI, è spirato in mattinata all'Ospedale Civile di Brescia.

Nato il 10 giugno del 1931, è stato figura di spicco nella storia della nostra città e dell'intera penisola a partire dalla seconda metà del novecento.

Presidente della FUCI di Brescia e dell'Azione Cattolica Diocesana negli anni '50 e '60, è stato consultore dell'APSA, l'Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica, nonché presidente della Banca San Paolo (1970-1976) e della Società Cattolica di Assicurazioni.

Negli ultimi anni la sua influenza politica ed economica non si era di certo appannata: era vicepresidente de La Scuola Editrice,  presidente dell' Opera per l’Educazione Cristiana e consigliere di Ubi Banca.


Per la sua scomparsa, avvenuta questa mattina verso le 8,30, è in lutto l'intero mondo imprenditoriale bresciano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento