Fragole, melanzane e tanto altro… è bresciano il fruttivendolo più bello d’Italia

Paolo Cherubini, 25 anni, ha lasciato la carriera da modello per tornare a dedicarsi a tempo pieno all’attività di fruttivendolo e costruirsi una vita vera. Il suo sogno ora è sposarsi ed avere dei figli 

Paolo Cherubini durante un concorso di bellezza

Per quasi 4 anni ha fatto la vita che molti sognano. La sua routine quotidiana era scandita da concorsi di bellezza, sfilate in passerella, comparsate in televisione, shooting fotografici per calendari e pubblicità, serate nelle discoteche più ‘in’ del Nord Italia e via discorrendo. Il suo cellulare suonava in continuazione, le schiere di corteggiatrici - di tutte le età - non gli davano tregua, arrivando ai limiti dello stalking. Così è, almeno stando a quanto racconta Paolo Cherubini, la vita del ragazzo immagine. Un mondo seducente e invitante, che però non ha convinto il 25enne di Montichiari: alla carriera da modello ha preferito quella da fruttivendolo; all'apparenza la sostanza. 

Ed è proprio nel negozio di frutta e verdura di piazza Treccani, che Paolo ha ereditato dal padre scomparso, che lo incontriamo. La sua bellezza dal sapore mediterraneo - fisico statuario, sguardo intenso e  sorriso seducente -  traspare nonostante i capelli spettinati e l’abbigliamento decisamente casual (tuta e sneakers). Un anno fa così non sarebbe mai uscito di casa, perché allora ciò che contava più di tutto era l’immagine. Il suo biglietto da visita era il suo look, che doveva essere perfetto ad ogni costo, tanto che anche per uscire con una ragazza chiamava il suo parrucchiere: avere anche solo un capello fuori posto non era tollerabile. All’apice del successo, dopo avere vinto il titolo di più bello d’Italia ed essere finito persino nel salotto televisivo di Barbara D’ Urso, Paolo ha mollato il mondo della moda per tornare a tempo pieno nel suo negozio, che non ha mai abbandonato. 

“È stata una bella esperienza, una parentesi divertente della mia vita e non rimpiango nulla di ciò che ho fatto - spiega - ma ad un certo punto ho capito che non vivevo più nella realtà, che era tutto finto. Stavo rischiando di perdere di vista le cose e le persone importanti della vita per un mondo effimero dove conta solo l’immagine. I veri valori sono ben altri: l’amicizia e l’amore. Con la vita che facevo prima, avere una relazione stabile era piuttosto difficile, per ovvie ragioni legate alla gelosia. La gente mi riconosceva e mi fermava per strada, ero molto corteggiato e questo mi ha sempre fatto piacere, ma la mia notorietà era legata solo al mio aspetto estetico non certo alle mie capacità. Ho deciso che nella vita voglio puntare su altro, voglio essere elogiato non per come appaio, ma per quello che sono e per ciò che valgo”.

Dopo aver provato le luci della ribalta, fuggendo per un po’ alla monotonia della vita di provincia,  il suo sogno nel cassetto è: “ Sposarmi ed avere dei figli. Voglio portare avanti il mio negozio nel miglior modo possibile e dedicare il mio tempo alle persone che mi vogliono bene per come sono. Il resto non conta è solo vana gloria.” 

Ai ragazzi che aspirano alla carriera di modello lancia un chiaro monito: “Non fatelo, rischiate di perdere i legami reali e le persone più importanti della vostra vita per un mondo di finzione.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutta la Lombardia zona rossa fino al 27 novembre: poi cosa succede

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

Torna su
BresciaToday è in caricamento