Brescia: travolge l'auto del marito, poi cerca di investirlo

Raptus di gelosia ai limiti della follia per una donna di 49 anni di Brescia, che prima sperona l'auto del marito - considerato un fedifrago - e poi cerca di investirlo mentre scappa in giardino. Rischia il tentato omicidio

Una moglie gelosa davvero disposta a tutto pur di vendicare l’onta del tradimento, che sia solo presunta o altro questo non si sa. Quello che si sa è che una donna di 49 anni residente a Brescia città – in Via Amba d’Oro, una parallela di Viale Venezia – ha quasi investito il marito in giardino, e ora rischia di essere pure accusata di tentato omicidio.

E’ successo nella notte tra sabato e domenica. L’uomo, di 53 anni, sta per rientrare a casa quando si accorge della moglie seduta in macchina, con i fari accesi: non appena il marito varca la soglia del giardino la donna accelera a tutto gas, e sperona l’auto di quello che a quanto pare lei considera un imperdonabile fedifrago.

Un colpo secco frontale, poi ancora due sportellate. L’uomo scende a gran velocità e cerca di scappare dal giardino del vicino, la donna prima cerca di buttar giù una cancellata e poi invece ribalta un cassonetto dello sporco, appellativo più volte utilizzato per apostrofare il marito, “quello è l’unico posto dove puoi vivere”.

Passano pochi minuti e sul posto arriva una volante della Questura. La donna per il momento è stata denunciata ‘solo’ per danneggiamento e lesioni; non si esclude l’ipotesi di un’accusa di tentato omicidio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Cadavere ritrovato nel lago d'Iseo: forse è la giornalista Rosanna Sapori

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Nel Bresciano il primo Porsche Experience Center d'Italia (da 26 milioni)

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

Torna su
BresciaToday è in caricamento