Brescia: vetro e metallo per coprire le uscite della metro

Una decina di pensiline in acciaio e vetro per coprire le scale d'ingresso e uscita di altrettante fermate della metro di Brescia. Un investimento da 5.5 milioni di euro, da realizzarsi entro la fine dell'anno

Fermata Stazione FS: sarà presto coperta

Finalmente le stazioni della metro avranno un ‘tetto’, anche nelle loro ‘appendici’ esterne. Forse il tassello che davvero mancava: una copertura per gli ingressi di una decina di fermate cittadine. Niente più ombrelli, niente più corse a gran velocità lungo le ripide scalinate.

Certo un investimento non da poco: circa cinque milioni e mezzo di euro, ma quasi quattro finanziati dal Cipe. Per installare appunto dieci pensiline in metallo per altrettante stazioni: di forma quadrata e ricoperte d’acciaio in esterne, con ampie parti in vetro. Ciascuna copertura sarà dotata di schermo con i passaggi aggiornati dei treni, telecamere di videosorveglianza, un sistema di chiusura automatica delle porte per le ore notturne.

Sul ‘tetto’ saranno anche installati dei pannelli fotovoltaici. La pensilina più imponente sarà quella della stazione: larga quasi 10 metri, lunga quasi 25. Per 230 metri quadri di superficie coperta. Le altre seguiranno invece lo stesso standard: larghe otto metri e mezzo, lunghe dai 17 ai 19. Così all’ospedale, a Marconi, a Bresciadue e alla Volta.

Più piccola quella di Lamarmora, lunga ‘solo’ una dozzina di metri, mentre sono escluse dall’elenco le stazioni già dotate di una copertura (come tutta la zona di San Polo, oppure Casazza e Poliambulanza) e le due del centro storico – Vittoria e San Faustino – per cui la Soprintendenza ha invece detto no. Lavori al via il prima possibile: entro fine anno, forse, sarà tutto pronto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento