Mamma e bimba morte prima del parto: medici accusati di omicidio colposo

Non avrebbero fatto nulla per salvarla: così gli inquirenti a conclusione delle indagini preliminari sulla morte di Giovanna Lazzari al Civile di Brescia. I nomi dei due medici indagati

Emilia Buccheri e Federico Prefumo: sono questi i nomi dei due medici del reparto di Ginecologia del Civile di Brescia iscritti nel registro degli indagati per la morte di Giovanna Lazzari, la giovane mamma di Rezzato che perse la vita in ospedale il 31 dicembre scorso, a poche ore dalla bimba che portava in grembo, la piccola Camilla, all'ottavo mese di gestazione.

Una storia che ha scatenato l'indignazione ma anche e soprattutto le indagini: perfino il Ministero della Salute si mosse con una “task force” per verificare eventuali responsabilità. E a vari mesi dalla tragedia, qualche presunta responsabilità potrebbe essere stata accertata.

Tutti e due i medici sono infatti accusati di omicidio colposo e interruzione colposa di gravidanza, a conclusione delle indagini preliminari: sono durate più di nove mesi. Nel dettaglio, i capi d'accusa vengono così ricostruiti:

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Come smettere di fumare

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Ubriaca fradicia di primo mattino, ragazza soccorsa da un'ambulanza

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Maltempo, non è finita. L'allerta della Protezione Civile: "In arrivo vento e forti temporali"

Torna su
BresciaToday è in caricamento