Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca Centro / Vicolo del Pero

Buco nel bilancio, professionista bresciano si suicida nel suo ufficio

Il corpo senza vita di Maurizio Bertini, noto amministratore condominiale bresciano, è stato trovato senza vita nel pomeriggio di giovedì nel suo studio del centro della città. Gli inquirenti non hanno dubbi: l'uomo si è tolto la vita

Gli inquirenti non hanno più alcun dubbio: Maurizio Bertini, il ragioniere 56enne trovato morto nel suo studio, si è tolto la vita con un colpo di pistola. Il dramma si è consumato nel pomeriggio di giovedì all'interno dell' ufficio di vicolo del Pero, nel centro storico di Brescia. L'allarme è scattato intorno alle 16.30: sul posto si sono precipitati i sanitari del 118, ma per l'uomo non c'è stato nulla da fare.

Stando a quanto ricostruito dai Carabinieri di Brescia, pare che l'amministratore condominiale, ex proprietario di un'armeria, soffrisse da tempo di depressione. Ad aggravare la situazione le difficoltà economiche che avrebbe dovuto affrontare nell'ultimo periodo, a causa di un 'buco' nel bilancio dello studio aperto 30 anni fa.

Un debito che pare non preoccupasse il socio di Bertini: sembra che avesse trovato anche una soluzione per ripianarlo. Gli accertamenti sulla situazione contabile sono tutt'ora in corso per verificare la natura dell'ammanco. Professionista conosciuto e stimato, il 56enne gestiva circa un centinaio di condomini nella città. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buco nel bilancio, professionista bresciano si suicida nel suo ufficio

BresciaToday è in caricamento