Sesso con un'alunna di 14 anni: professore condannato a 4 anni

Condannato a quattro anni di reclusione Emanuele Mazzola, 42enne che ora vive a Brescia, accusato di violenza sessuale su minore nei confronti di una sua alunna di soli 14 anni

Prima avrebbe raccontato di averla amata. Poi di aver creduto fosse più grande della sua età. Ma adesso la condanna è arrivata, implacabile: quattro anni di reclusione, due mesi in più – era tre anni e dieci mesi – della richiesta dell'accusa. L'accusa? Violenza sessuale su minore, da parte di un professore di musica su di una sua alunna, una ragazzina di 14 anni.

Tutto è successo poco più di un anno e mezzo fa: il protagonista è Emanuele Mazzola, 42enne insegnante di pianoforte in un istituto di Mantova, poi trasferitosi a Brescia con la moglie. Proprio a Mantova avrebbe consumato le sue molestie e la violenza, nei confronti della giovane. Sui loro cellulari sarebbero state trovate foto ben oltre la decenza. Ecco l'aggravante: la minore era a lui affidata per “ragioni di istruzione”.

Tra i due nasce una vera relazione: sarebbero stati i genitori della ragazza ad accorgersene per primi, sfogliando i vari messaggi del prof sul cellulare della figlia. Da qui la denuncia, le indagini dei Carabinieri: in quell'aula di studio vennero installate delle telecamere nascoste, che filmarono l'inequivocabile.

Non sarebbe finita qui: sul 42enne mantovano penderebbe un'altra denuncia, e sempre per violenza e molestie. I fatti risalirebbero al 2011, quando una ragazzina di soli 13 anni avrebbe respinto le sue proposte sessuali, confessando poi tutto ai genitori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Il dramma di mamma Mara, uccisa a bastonate: aveva una bimba di 5 anni

  • Mara è stata uccisa di notte tra i campi, come il padre nel '93

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento