rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Vandalizzati i manifesti della mostra dell'artista dissidente: "Possibile atto di censura"

I vandali hanno oscurato titoli, date e luoghi dell'evento, oltre all'immagine guida della mostra

Un atto vandalico o una probabile censura: sono stati imbrattati in diverse zone della città i cartelloni promozionali della mostra di Badiucao, l’artista cinese dissidente, allestita al museo Santa Giulia.

Ignoti hanno infatti cancellato titoli, luoghi e date dell’esposizione, oltre all’immagine del volto guida della mostra "La Cina non è vicina" in corso fino al prossimo 13 febbraio al Museo di Santa Giulia. A denunciare l'accaduto sono stati proprio i promotori del progetto, il Comune e la Fondazione Brescia Musei.

"Il fatto è emblematico e trascende il decoro urbano poiché l’esposizione è la prima personale dedicata a Badiucao, pseudonimo dell’artista-attivista cinese noto per la sua arte di protesta, attualmente operante in esilio in Australia", si legge in una nota diffusa dalla Fondazione. Solo pochi mesi fa, l’ufficio culturale dell’ambasciata cinese aveva inviato una richiesta al Comune di Brescia di annullare la mostra. 

"Per contrastare la violenza intrinseca in queste cancellature, simbolico bavaglio al progetto", si legge ancora nel comunicato, i promotori della mostra, in accordo con l’artista, hanno deciso di non sostituire i manifesti. Per il momento il Comune non ha ancora denunciato il fatto alle forze dell’ordine, ma potrebbe farlo a breve.

“Questi atti vandalici ci dimostrano una volta di più quanto fosse necessaria a Brescia una mostra di tale significanza, volutamente inserita nella cornice del Festival della Pace che, fin dalla sua istituzione, vuole accendere un faro sulla violazione dei diritti. Non può esserci pace senza diritti, nemmeno a Brescia. L’arte in tutte le sue forme è sempre più ambasciatrice del diritto di parola e di libero pensiero, i tentativi di censura alla mostra di Badiucao sono la dimostrazione di quanto siano efficaci e necessari i suoi messaggi” ha dichiarato la vicesindaco Laura Castelletti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandalizzati i manifesti della mostra dell'artista dissidente: "Possibile atto di censura"

BresciaToday è in caricamento