rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Cronaca Centro / Via Fratelli Folonari

Litigano nel piazzale, al rivale taglia le dita con il machete: condannato a 10 anni

Condannato in primo grado a 10 anni e 7 mesi

E' stato condannato a 10 anni e 7 mesi di carcere per tentato omicidio (e altri reati tra cui lesioni, resistenza e oltraggio) il giovane marocchino di 32 anni che il 16 settembre del 2021 aveva accoltellato, ma con un machete, un suo connazionale 29enne all'epoca dei fatti. Tutto era successo sulle scalinate di Via Fratelli Folonari a Brescia, a pochi passi dall'ingresso del centro commerciale Freccia Rossa.

La folle lite in pieno giorno

La folla lite in pieno giorno aveva spaventato passanti e residenti, che avevano subito allertato il 112. All'arrivo delle forze dell'ordine l'aggressore già non c'era più: era fuggito lasciando a terra il rivale, in una pozza di sangue. Il 29enne era stato medicato d'urgenza e poi trasferito in ospedale, sottoposto a una delicata operazione chirurgica: era stato colpito da un machete con cui gli erano state recise alcune dita di una mano, tra cui il pollice.

Il fuggitivo era stato poi rintracciato poco lontano dalla Polizia di Stato, in una casa di Via Villa Glori dove aveva trovato ospitalità. Raggiunto e subito arrestato, trasferito in carcere e poi accusato di tentato omicidio, oltre che delle citate lesioni, resistenza e oltraggio. A oltre un anno dall'accaduto, è arrivata la sentenza di primo grado: 10 anni e 7 mesi di carcere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litigano nel piazzale, al rivale taglia le dita con il machete: condannato a 10 anni

BresciaToday è in caricamento