Malore improvviso: addio a Massimo ‘knifer,’ il re dei coltellinai bresciani

Massimo Passoti è stato stroncato da un’emorragia celebrare nella notte tra lunedì 11 e martedì 12 gennaio. Dopo essere andato in pensione si era dedicato alla creazione di coltelli con la tecnica del Damasco

Massimo Pasotti (fonte:Facebook)

Una scomparsa improvvisa ha lasciato sgomenta la comunità lumezzanese. Un’emorragia celebrare ha stroncato la vita di Massimo Pasotti nella notte tra lunedì e martedì. Massimo era molto conosciuto e stimato per la sua schiettezza: dopo la pensione si era dedicato anima e corpo alla sua grande passione, la creazione di coltelli, e per le sue abilità da coltellinaio era noto in tutto lo Stivale. 

La notizia della sua scomparsa è diventata virale sui social, dove  Massimo era molto attivo: con fotografie, vignette e frasi ironiche dava il buongiorno e la buonanotte ai membri dei gruppi Facebook di cui faceva parte.

E proprio sui social gli amici hanno lasciato centinaia di commenti per ricordare l’artista che forgiava lame talmente uniche da essere paragonabili a dei gioielli.  “Un maestro,come un alpino, non muore mai…va solo avanti” scrive un amico. Tanti anche i pensieri rivolti alla moglie Katiuscia e al figlio Alessio.

 Alle 19 di mercoledì la veglia funebre per pregare e dare conforto ai parenti, mentre i funerali si terranno alle 15 di  giovedì nella chiesa di Sant’Apollonio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

  • Il governo approva il decreto per il Natale: i divieti e le regole sugli spostamenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento