Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca via San Vigilio

Lumezzane: si accascia davanti ai colleghi, Cristina muore a 38 anni

Il dramma giovedì mattina alla clinica Maugeri, dove la donna lavorava come impiegata. Lascia il marito e la figlia Asia, di soli due anni e mezzo

Cristina Bonomini

Un malore improvviso, una vita spezzata a 38 anni davanti agli occhi terrorizzati dei colleghi. E' morta così Cristina Bonomini, che - giovedì mattina verso le 8:30 - si è accasciata a terra nell'open space della clinica Maugeri di Lumezzane, dove lavorava come impiegata nel settore Direzione scientifica.

La 38enne, in apparente arresto cardiaco, è stata subito soccorsa dal personale medico della struttura, che ha cercato più volte di rianimarla. Ogni tentativo, però, è risultato vano.

Nel frattempo, sul posto sono arrivate un'automedica e un'ambulanza della Croce Bianca di Lumezzane. Cristina versava in condizioni disperate: si è aspettato così che l'elisoccorso atterrasse nel campo dello stadio comunale, poi il volo verso l'ospedale Civile di Brescia. Qui i medici hanno cercato di tenerla in vita in tutti i modi, ma il suo giovane cuore ha smesso di battere poco prima di mezzogiorno.

Non si conoscono ancora le cause del decesso. Per avere una risposta definitiva, bisognerà aspettare gli accertamenti medico legali. Quella dell'emorragia cerebrale appare comunque l'ipotesi più probabile.

Cristina abitava a San Vigilio di Concesio. Lascia il marito Michele Bianchi e la piccola Asia, che ancora deve compiere tre anni. Le esequie saranno celebrate alle 14:30 nella chiesa di San Vigilio. Il corteo funebre partirà dall'obitorio dell'ospedale Civile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lumezzane: si accascia davanti ai colleghi, Cristina muore a 38 anni

BresciaToday è in caricamento