Diverbio tra gruppi di pakistani: dalle parole grosse ai coltelli

Venerdì sera una discussione tra due gruppi di persone di origine pakistana è degenerata in pochi attimi da litigio a potenziale dramma: è spuntato un coltello, ma la serata si è conclusa con "soli" due feriti non gravi trasportati al Civile

Uno scorcio dei giardini Falcone e Borsellino (foto di repertorio)

BRESCIA – Una discussione degenerata in alterco. Volano parole grosse, gli animi si infiammano e spuntano i coltelli. 

È quanto è accaduto venerdì sera in città, alle 21, ai giardini Falcone e Borsellino di via dei Mille.

A fronteggiarsi due fazioni opposte, entrambe di origine pakistana. La discussione si è ben presto trasformata in accesa lite, finché dalle parole si è passati ai fatti. 

Una delle persone coinvolte nel diverbio ha infatti estratto un coltello: la serata si sarebbe potuta concludere con un esito ben più drammatico rispetto ai due feriti trasportati al Civile in condizioni non gravi. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento