menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz anti-bracconaggio: rimossi due quintali di trappole per uccelli

Oltre alle trappole per uccelli, gli agenti zoofili hanno trovato reti per uccellagione lunghe un chilometro e decine di cani mal tenuti legati a catene corte

Bracconieri nel mirino della Lega Italiana Protezione Uccelli (LIPU) in provincia di Brescia. Gli agenti zoofili hanno individuato e rimosso due quintali di trappole per uccelli tra archetti e tagliole in acciaio con un centinaio di pettirossi e altri uccellini morenti, nonché gabbie-trappola di varie dimensioni per la cattura di mammiferi.

Rimosse anche reti per uccellagione lunghe un chilometro. I controlli e i sequestri sono stati eseguiti sulle alture del lago d'Iseo e del lago d'Idro, in Valcamonica, a Montecampione, Breno, in Valvestino, in Valtrompia e nell'area del Colle di San Zeno.

Gli agenti zoofili hanno anche trovato in rustici e cascinali decine di cani mal tenuti, legati a catene corte. Ai proprietari degli animali una diffida e l'invito a dare loro una sistemazione più adeguata. In diversi casi, fa sapere la Lipu, indicazioni preziose sono arrivate da cacciatori e turisti.


Cazzago San Martino: il bracconiere col pettirosso morto in tasca

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Provincia di Brescia: morti e contagi di sabato 16 gennaio 2021

Coronavirus

Barista decide di non chiudere più: già 20 multe per lui e i suoi clienti

Coronavirus

Festa abusiva tra le mura di casa: 4.400 euro di multa per 11 ragazzi

Coronavirus

Coronavirus: a Brescia 186 casi e 17 morti, i nuovi contagi Comune per Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento