Raccolta firme dell'Olivieri contro l'accorpamento al Tartaglia

Da settimane genitori, studenti e insegnanti sono mobilitati nella raccolta delle firme (a quota 1.500), promuovendo assemblee e proteste per dire no alla fusione con il Geometri in un unico «Istituto di Istruzione Superiore»

Insegnanti, studenti e genitori si sono mobilitati da qualche settimana per protestare contro l’accorpamento del liceo artistico Olivieri al Geometri Tartaglia dovuto alla riforma, e ai tagli alla scuola pubblica, decisi del ministro bresciano Maria Stella Gelmini di concerto con Giulio Tremonti.

Sono già state raccolte 1.500 firme per dire no alla decisione che, a detta dei promotori della raccolta, serviranno per scongiurare una decisione che segnerà la fine dell’Ovieri. Infatti, l’accorpamento porterà a un unico dirigente scolastico condiviso con il Tartaglia, lo stesso dicasi per la segreteria e il collegio docenti. Inoltre, scomparirà il nome Olivieri, che sarà titolato più prosaicamente "Istituto di Istruzione Superiore". Per Sara Pina, rappresentante dei genitori, e Michelle Moneghini, portavoce degli studenti, si tratta di una decisione immotivata “calata dall’alto”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Auto travolge sette ciclisti sul Garda: è la squadra di Peter Sagan

  • Provincia di Brescia: morti e contagi di sabato 16 gennaio 2021

  • Fontana: "Lombardia sarà zona rossa, lo dice Speranza. Non ce lo meritiamo"

Torna su
BresciaToday è in caricamento