Cronaca Via Attilio Tosoni

Aveva agito per rabbia, torna in libertà il giovane piromane di via Tosoni

La decisione è stata presa dal tribunale del riesame, che non ravvede l'esigenza di un provvedimento cautelare nei confronti del 22enne, residente in via Tosoni. Il giovane avrebbe ammesso di essere il responsabile di almeno 4 roghi di auto avvenuti in città

auto bruciate

BRESCIA. Era stato pizzicato dai Carabinieri della stazione di Sant'Eustacchio nella notte tra il 9 e il 10 marzo,  mentre tentava di dare fuoco ad una Renault Megane parcheggiata nella strada in cui abita con i genitori, via Tosoni, e sottoposto agli arresti domiciliari.  Ma il 22enne, accusato di essere il responsabile di almeno 7 roghi di auto avvenuti in città,  è già tornato in libertà.

Il giudice del tribunale del riesame ha ritenuto che non  sussistono gli estremi per la custodia cautelare. Il giovane, di buona famiglia e senza precedenti, aveva ammesso di essere il responsabile di almeno 4 dei 16 roghi di automobili che si sono verificati in città dalla scorsa estate (di cui 8 in via Tosoni e altrettanti in altre zone limitrofe). Durante l’interrogatorio di convalida del fermo aveva spiegato di aver agito per rabbia. 

Le indagini dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Brescia, coordinati da Giulio Pisani,  proseguono. I militari stanno ancora verificando se altri episodi simili siano imputabili al 22enne disoccupato e promettono di non abbassare la guardia.

“Confidiamo nell’intelligenza del ragazzo - fa sapere il tenente Giulio Pisani - speriamo che abbia compreso la gravità delle sue azioni. Continueremo a controllare la zona, per eviatare che si verifichino altri episodi ”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva agito per rabbia, torna in libertà il giovane piromane di via Tosoni

BresciaToday è in caricamento