rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

I sindacati scrivono a Paroli: «Bonus anziani, che intenzioni ha il Comune?»

Cgil, Csil e Uil hanno inviato una lettera comune al Sindaco Paroli e l'Assessore ai Servizi sociali del Comune, dicendosi preoccupati sulle intenzioni dell'Amministrazione riguardo i fondi da destinare al Bonus Anziani

Una richiesta urgente di incontro con il Sindaco e l’Assessore ai Servizi sociali del Comune di Brescia. L’hanno avanzata i sindacati dei Pensionati di Cgil Cisl Uil preoccupati per i possibili tagli al “bonus anziani” del prossimo anno e per il fatto che sono ancora in molti ad aspettare il versamento promesso per il 2011.

"Riscontriamo nella nostra esperienza quotidiana - scrivono i sindacati in una lettera indirizzata ad Adrino Paroli e a Giorgio Maione - che le condizioni della popolazione anziana residente in città divengono sempre più problematiche. Per questo, da tempo, abbiamo chiesto un incontro per esporre preoccupazioni e proposte".

Nella lettera, i sindacati fanno inoltre presente a Sindaco e Assessore che il Bonus Anziani 2011, destinato alle persone che hanno fatto domanda col bando comunale, è tuttora ”in sospeso”: "Chi aveva titolo per riceverlo è ancora in attesa di goderne i benefici che si aspettava".


"Ci auguriamo - conclude la lettera -, essendo l’importo relativo di non grande peso per l’Amministrazione ma di importante aiuto per gli anziani che l’attendono, di poter finalmente rispondere positivamente alle persone che telefonano o vengono frequentemente nelle nostre sedi a chiedere informazioni in merito".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I sindacati scrivono a Paroli: «Bonus anziani, che intenzioni ha il Comune?»

BresciaToday è in caricamento