Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Riunone in prefettura: nulla di fatto per il blocco del traffico

Legambiente: "Il Comune di Brescia impreparato, subito misure d'urgenza e un piano di misure strutturali per risolvere il problema alla radice o si renderà colpevole degli inevitabili danni alla salute dei cittadini"

Lunedì sono stati raggiunti undici giorni consecutivi di superamento della soglia di allarme di 50 microgrammi/m3 di PM10. Anche questa volta, come già successo poche settimane fa, non ci sarà alcun blocco del traffico: la riunione con la Prefettura si è risolta in un nulla di fatto.

Per Legambiente Brescia, "in questo modo le amministrazioni comunali e provinciale si rendono colpevoli degli inevitabili danni alla salute dei cittadini che questo livelli di inquinamento atmosferico comportano. Il silenzio normativo della Regione di certo non aiuta. Chiediamo quindi che vengano presi immediatamente provvedimenti per tamponare la fase acuta dell’emergenza, quali l’istituzione di un blocco totale del traffico e le targhe alterne ad oltranza."

Oltre ai provvedimenti d’urgenza, considerato che la cosiddetta “emergenza aria” si ripropone ogni anno in forma identica, Legambiente Brescia da tempo ha avanzato delle proposte strutturali per risolverla, quali: la limitazione del traffico, il miglioramento del trasporto pubblico, la realizzazione di parcheggi di scambio intorno alla città, l’ampliamento delle isole pedonali delle “zone 30”, il ripristino delle ZTL, sistemi razionali di sosta a pagamento con tariffe differenziate per zona e orario, la realizzazione in tempi brevi di una rete efficiente di piste ciclabili, incentivazione del car-sharing e del car-pooling (utilizzo dell’auto in almeno tre persone).

Tanti provvedimenti nel segno del pragmatismo, e di certo non impossibili di realizzare se ci fosse una reale volontà politica che metta al primo posto la tutela dell'ambiente. Per ora, tuttavia, si preferisce alzare lo sguardo al cielo scrutando le nuvole. Da bravi italiani, ce ne restiamo immobili aspettando che un santo protettore ci conceda la grazia di qualche goccia di pioggia.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riunone in prefettura: nulla di fatto per il blocco del traffico

BresciaToday è in caricamento