Legami con la jihad islamica, arrestato ragazzo di 30 anni

Il giovane, cittadino pakistano, è stato fermato in città a Brescia

Ahmed Riaz

BRESCIA. Arrestato dai Carabinieri del Ros Ahmed Riaz, cittadino pakistano di 30 anni, sospettato di legami con la jihad islamica. Il Ministro degli Interni Angelino Alfano aveva già emesso a suo carico un decreto di espulsione, dopo la richiesta avanzata dall’Arma dei Carabinieri.

Ahmed Riaz è accusato di frequenti contatti su social network con estremisti “anti-occidentali” e di aver diffuso video, fotografie e altro materiale di ispirazione jihadista. Sarà allontanato dall'Italia già nella giornata di giovedì, scortato dai militari fino in Pakistan.

Il fermo è scattato fuori dell'abitazione del 30enne, in via privata De Vitalis, quasi in contemporanea all’attacco terroristico avvenuto nella tarda mattinata di mercoledì a Tunisi, dove tre uomini hanno prima tentato di fare irruzione nella sede del Parlamento e poi hanno attaccato il vicino Museo del Bardo, dove erano presenti decine di turisti. Un primo bilancio parla di oltre 20 morti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento