menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune e Arpa: «San Polo e Buffalora? Inquinamento nella norma»

Per il sindaco Paroli, "San Polo non è più inquinata di altre aree della città". Le associazioni non ci stanno, e ribattono ai dati presentati in conferenza stampa dal direttore dell'Arpa di Brescia, Giulio Sesana

In una conferenza stampa a plazzo Loggia, il sindaco Paroli, insieme al direttore dell'Arpa di Brescia, Giulio Sesana, ha parlato dello stato di "salute" ambientale di San Polo e Buffalora.

Dati alla mano, frutto di un anno di rilevazioni in tutto il territorio comunale, il sindaco ha affermato che "i due quartieri non sono più inquinati del resto della città".

La replica delle associazioni ambientaliste è stata immediata: "Ci sembra - scrive il Codisa -  che le criticità evidenziate da anni dai cittadini della zona trovino riscontro nei dati emersi, gli IPA quasi certamente legati alle attività dei bitumifici di Buffalora, impianti troppo spesso dimenticati dagli Enti, ma non dai cittadini limitrofi, metalli e polveri legati ad una realtà siderurgica importante, sono situazioni che anche fossero nei limiti di legge non sono compatibili con una realtà residenziale".

I dati Arpa, in realtà rivelano concentrazioni di Pm10 e Pm2,5 superiori alla media cittadina, nonché la presenza di idrocarburi policiclici aromatici. Quasi tutti nella norma, invece, i metalli, tranne per nichel e arsenico.


Ma a questo punto viene da chiedersi: se San Polo e Buffalora sono inquinati quanto il resto della città, non è, allora, che ci sia un'emergenza inquinamento riguardante l'intera città?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento