Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Iniziato il processo contro Bossi per «molestie ed atti ritorsivi»

Al Tribunale ordinario di Brescia è iniziata la 1^ udienza del procedimento nato dalla denuncia della Cgil a Umberto Bossi e Giancarlo Giorgetti per "molestie ed atti ritorsivi" contro l'attivista Spi Cgil di Adro Romana Gandossi

E' iniziata davanti al giudice Maria Grazia Cassia della terza sezione del Tribunale ordinario di Brescia la prima udienza del procedimento che vede la Cgil di Brescia opporsi all'ex ministro Umberto Bossi e a Giancarlo Giorgetti.


La Camera del lavoro bresciana, insieme all'Asgi e alla Fondazione Piccini, ha denunciato i due esponenti della Lega Nord per "molestie ed atti ritorsivi" nei confronti dell'attivista dello Spi Cgil di Adro Romana Gandossi. La denuncia ha preso spunto da un cartello ingiurioso nei confronti della sindacalista, affisso e mai rimosso nella sede della Lega Nord di Adro, il paese dove erano divampate le polemiche per la scuola con i simboli del sole delle Alpi, poi fatti rimuovere dalla magistratura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iniziato il processo contro Bossi per «molestie ed atti ritorsivi»

BresciaToday è in caricamento