Indagine dell'Asl, i ragazzi della zona Est hanno più problemi respiratori

Secondo i dati raccolti dal Servizio epidemiologico dell'Asl di Brescia attraverso 6008 questionari compilati dai genitori, i bambini della circosrizione Est accusano il 30% di problemi respiratori in più rispetto ai coetani

Secondo un'indagine del Servizio epidemiologico dell'Asl di Brescia, i bambini che vivono nel territorio della Circoscrizione Est (ovvero a San Polo, Sant'Eufemia e Caionvico) hanno molto più malattie respiratorie rispetto agli altri bambini di Brescia.

Nello specifico, i bambini e i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado (elementari e medie) hanno una percentuale di rischio di sviluppare malattie all'apparato respiratorio superiore del 30% rispetto ai loro coetanei cittadini.

La ricerca è confermata anche dai dati sui ricoveri all'ospedale, in quella zona molto più frequenti. L'indagine, risultato dei 6008 questionari compilati dai genitori degli alunni, conferma la problematicità della zona, con livelli di inquinamento dell'aria e del suolo tra i più critici d'Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento