rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Bedizzole / Via Gavardina

Imprenditore scomparso: il lavori alla nuova ditta del fratello procedono veloci

All'interno dell'imponente capannone della lfib s.r.l. Finance International di via Gavardina, piastrellisti e fabbri stanno ultimando i lavori della nuova azienda che opererà nello stesso settore della fonderia di Marcheno. Una ditta di cui Adelio Bozzoli, fratello dell'imprenditore scomparso, è il consigliere delegato

BEDIZZIOLE. Alla fonderia Bozzoli di Marcheno proseguono le drammatiche ricerche per accertare la presenza di reperti, cercando di mettere insieme i tasselli di un puzzle alquanto complesso. 51 km più a sud, nell’imponente capannone immerso nelle campagne di Bedizzole, si posa il pavimento della lfib s.r.l. Finance International, la nuova ditta di Adelio, il fratello dell’imprenditore scomparso.

I lavori in quell’area di vaste proporzioni, sita in via Gavardina, vanno avanti da tempo e, stando ai racconti gli operai attualmente presenti nel cantiere, non si sarebbero mai interrotti. Secondo il tabellario, la nuova attività di Adelio Bozzoli - socio paritario di Mario nella ditta di Marcheno - si occuperà di commercio all'ingrosso di minerali metalliferi, di metalli ferrosi e prodotti semilavorati. Attività molto simili a quelle svolte dalla fonderia del mistero.

Sui campanelli e sui cancelli del capannone, che domina la tangenziale Sud, non vi è alcuna traccia né del nome della ditta in costruzione, né del cognome Bozzoli. Sembrerebbe un capannone abbandonato, se la presenza di una decina di operai non indicasse il contrario. Davanti al grosso cancello d’entrata ci sono solo indicazioni sulla presenza di telecamere che sorvegliano la vasta area, che è circondata da un fossato.

Un signore che fa jogging si ferma davanti alla ditta per chiederci quando aprirà: “Un mio amico - racconta - ha parlato con il proprietario, un imprenditore di Marcheno per venire a lavorare qui, ha fatto anche il colloquio un anno fa, ma poi non ha più sentito nessuno”. 

Poco dopo arriva una Bmw con a bordo due uomini: “Siamo di un’azienda esterna e non sappiamo nulla”, affermano. Proviamo a chiedergli chi sia il capo cantiere e questa è la loro risposta: “Non sappiamo chi sia, dovete parlare con Adelio. Non so nemmeno perché siamo qua oggi, viste le vicende degli ultimi giorni e quello che sta accadendo”.

Alcuni operai lavorano sul tetto del capannone di quattro piani, altri trasportano i listelli di legno che andranno a formare il pavimento degli uffici. Un fabbro sta montando una ringhiera e si ferma a parlare con noi: "Non vengo qui spesso, però Adelio ogni tanto l’ho visto, l’ultima volta credo fosse un mese fa. I figli e il fratello Mario, invece, non li ho mai visti".

Lo stato di avanzamento dei lavori nel capannone di Bedizzole lascia pochi dubbi circa l’imminente avvio della produzione, mentre a Marcheno i macchinari sono ancora fermi, con l'ormai tragica certezza, salvo incredibili colpi di scena, che Mario sia scomparso per sempre in un forno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditore scomparso: il lavori alla nuova ditta del fratello procedono veloci

BresciaToday è in caricamento