Gussago: bomba carta esplode davanti alla sede della società di calcio

L'episodio nella tarda serata di ieri, martedì 12 gennaio. L'ordigno ha mandato in frantumi la finestra e danneggiato alcuni oggetti. Da pochi giorni la società ha avviato un rapporto di collaborazione con l'Atalanta

Foto inviata da una lettrice

GUSSAGO. Dalle polemiche, agli insulti fino all'atto intimidatorio. Il recente gemellaggio della squadra di calcio con l'Atalanta non è proprio andato giù ad alcuni tifosi della palla tonda e la querelle è uscita dalle pagine sportive per entrare di diritto in quelle di cronaca.

Nella tarda serata di ieri, poco prima delle 21.30, una bomba carta è esplosa vicino ad una finestra della sede delle società calcistica. L'ordigno ha mandato in frantumi la finestra e danneggiato parecchi oggetti che si trovavano all'interno della struttura, che era fortunatamente vuota.

Il forte boato è stato avvertito da altri sportivi che si trovavano all'interno dello stadio Corcione di Gussago, i quali hanno immeritamente allertato le forze dell'ordine. Sul posto sono giunti i carabinieri di Gussago che indagano sull'inquietante episodio, avvalendosi dei filmati registrati dalle telecamere di sorveglianza.  A chiarire le ragioni dell'assurdo e folle gesto la scritta 'Odio Bergamo' realizzata sul muro dove si trova la finestra distrutta dall'esplosione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento