Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Brescia, emergenza abitativa: 3.000 famiglie in attesa di una casa

Righieste di abitazioni di edilizia popolare aumentate del 50% in quattro anni

Continua l'emergenza abitativa a Brescia. Una situazione di alta criticità che, dal 2009 , non ha fatto altro che continuare a peggiorare.

I numeri parlano da soli: a giugno 2013, sono 2.622 le famiglie in attesa presso l'Aler per un'abitazione a canone sociale, 228 quelle a canone moderato dell'ERP. In totale, quasi 3.000 domande: otto per ogni alloggio disponibile.

Sfrattato, tenta di lanciare figlio
di quattro anni fuori dalla finestra

Nel 2009, le richieste si erano fermate a quota 1.913: se il trend non cambierà, nel giro di tre anni la crisi economica le avrà pienamente raddoppiate.

Una situazione d'emergenza che, dietro a pratiche e procedure, nasconde storie personali e familiari fatte di miseria e disperazione. Come le 60 persone prive di un tetto ora alloggiate nell'ex albergo di via Corsica e nelle casette di Astaldi.

"Le abitazioni Aler sono un risposta parziale - commenta l'Assessore Marco Fenaroli - a un problema che nasce altrove: la mancanza di lavoro. Noi facciamo il possibile per cercare di creare nuova occupazione, ma farlo da soli senza l'appoggio del Governo nazionale è un'impresa che ha dell'impossibile."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia, emergenza abitativa: 3.000 famiglie in attesa di una casa

BresciaToday è in caricamento