Giochi, vestiti e maschere di carnevale pericolosi: 30mila sequestri nel Bresciano

Nel mirino della Guardia di Finanza tre attività commerciali gestite da cinesi

Il blitz della Guardia di Finanza

Blitz della Guardia di Finanza di Brescia in tre attività commerciali, gestite da cittadini cinesi. I controlli sono stati effettuati nelle scorse settimane in città - nel mirino delle Fiamme Gialle due negozi situati nel quartiere Porta Venezia e San Rocchino -  e a Mazzano per prevenire il fenomeno illecito del commercio di prodotti non sicuri. 

I risultati

In tutto sono stati sequestrati oltre 30.000 prodotti. Si tratta di giocattoli, abiti, maschere e accessori per il Carnevale privi delle indicazioni obbligatorie in lingua italiana (provenienza, tipologia di prodotto, materiali impiegati, istruzioni, precauzioni e destinazioni d’uso) dirette a garantire la corretta e completa informazione al consumatore.

Le irregolarità riscontrate, contestate a tre soggetti di origini cinesi, sono state sanzionate in via amministrativa con multe che, a seconda dei prodotti posti in vendita, vanno da un minimo di  300 euro fino a un massimo di 30.000.

Il servizio si inserisce nel più vasto contesto operativo delle Fiamme Gialle, riguardante la lotta alla circolazione di prodotti insicuri e pericolosi, per tutelare la leale concorrenza di mercato e la salute dei consumatori. <I blitz, in questa occasione, erano rivolti ad evitare danni per i bambini, ai quali era destinata la vendita della maggior parte della merce che è stata sequestrata 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

Torna su
BresciaToday è in caricamento