menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Addio a Gianfranco Maifrini, artista bresciano apprezzato in tutta Europa

Gianfranco Maifrini, interprete bresciano dell'arte astratta, si è spento lunedì mattina. Da tempo lottava contro la malattia. Le sue opere sono apprezzate in tutta Europa

Il mondo dell'arte è in lutto: si è spento Gianfranco Maifrini, artista eclettico conosciuto e apprezzato ben al di fuori dei confini provinciali. Lottava da tempo contro una malattia: se n'è andato lunedì circondato dall'affetto delle figlie.

Pittore, designer, artigiano: un artista a 360° gradi che ha saputo farsi conoscere e ammirare in tutta Europa, soprattutto in Svizzera dove ha più volte esposto le sue opere. La sua lunga carriera è cominciata con la progettazione e l’ideazione di macchinari per la produzione di calzature, poi le molte esperienze nel design d'arredo, settore in cui è stato innovatore. Portano il nome di Maifrini le prime fontane dotate di effetti luminosi e giochi d’acqua.

Poi l'amore per la pittura impressionista, scoppiato negli anni '70 che ha influenzato le sue prime tele, ispirate alle avventure vissute nella foresta amazzonica. Un percorso pittorico di costante ricerca che lo ha portato ad abbracciare l'arte astratta. Tra le mostre di maggior rilievo spiccano quelle organizzate nelle Gallerie d’arte di Verona e Milano, inaugurate da Mike Buongiorno. 

Decine di persone hanno partecipato all'ultimo addio, martedì pomeriggio, che si è svolto nella cappella interna della casa del Commiato. Vedovo da alcuni anni lascia le figlie Mara, Manuela e Cristina. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento